Viaggiando si impara not are lose are lost
AFRICA,  DESTINAZIONI

Le spiaggie infinite e il mare da sogno di Zanzibar

Non hai selezionato una galleria o quella scelta è stata eliminata.

Zanzibar un sogno !

ZANZIBAR  E LE SUE   BIANCHE SPIAGGE INFINITE

La storia di Zanzibar , le sue bianche spiaggie e l’odore delle spezie ,affascina per la molteplicita’ delle sue sfaccettature  crocevia di rotte commerciali, mercato di spezie e di schiavi, approdo di decine di popoli, Sumeri Indiani, Cinesi o Europei, il suo fascino resiste al tempo e le sue bianchissime spiagge vi conquisteranno come e’ successo a noi .

Il clima che abbiamo trovato era perfetto non troppo umido e quindi molto piacevole

Zanzibar è un arcipelago, formato da due isole principali, Unguja (detta anche Zanzibar) e Pemba, e diverse isole minori. Si tratta di una regione semi-autonoma della Tanzania, grande Paese africano appena a sud dell’Equatore.

Appena arrivati ci siamo subito innamorati delle sue spiaggie infinite e bianchissime e del suo clima stupendo.

Il nostro viaggio e’ iniziato nella prima settimana di marzo e siamo stati fortunati ( il periodo delle grandi piogge va da marzo a maggio con culmine ad aprile).

Clima e periodi migliori per visitare l’arcipelago

Il clima a zanzibar e’ a carattere tropicale con due stagioni principali.

Una piu’ calda da ottobre a marzo nel quale si raggiungono temperature e umidita’

elevate  e l’altra da maggio ad agosto in cui prevalgono gli alisei che rinfrescano l’aria

Ston Town tramonto
portone intagliato -Stone town

Stown Town

Potete perdervi nel dedalo di vie della città vecchia Stown Town  e trovarvi all’improvviso di fronte al palazzo del sultano, ad una cattedrale portoghese, ad un gruppo di antiche case coloniali

Le antiche prigioni degli schiavi testimoni delle ingiustizie umane ci trasportano per un attimo inidietro nel tempo ricordandoci le miserie umane con imbarazzanti analogie del mondo attuale

La citta’ vecchia

La citta’ vecchia ha un fascino particolare

Stone Town al tramonto  con un atmosfera coloniale di altri tempi e’ impagabile e  anche se la citta vecchia avrebbe chiaramente bisogno di operre di restauro molto piu ‘ efficaci solo che le priorita’ sono altre al momento

Il mercato crocevia importante negli scambi di Zanzibar

Il suo vivace mercato ci ha inizialmente scioccato gli odori forti e la mancanza di igIene agli occhi di noi europei  , ma successivamente conquistato per l’ autenticita’ della vita locale  e la naturalezza degli scambi praticati per gli acquisti della vita quotidiana

La casa natale di Freddy Mercury

Noi abbiamo visitato anche la casa dove e’ nato e vissuto per un breve periodo Freddy Mercury ma come sappiamo lui a Zanzibar e’ nato ma ci e’ vissuto per un breve periodo sicuramente non avrebbe potuto offrirgli la vita che ha poi scelto diventando l’icona dei gruppo rock  Queen 

LE SPIAGGE PIU’ BELLE DI ZANZIBAR

L’isola è oggi conosciuta soprattutto per le sue magnifiche spiagge bianche, lambite da un mare limpido e caldo tutto l’anno.

Maree

Il fenomeno delle maree è molto accentuato sulla costa orientale dell’isola e si presenta a intervalli di sei ore che ogni giorno si spostano in avanti di circa 45 minuti.

Kiwengwa
Kiwengwa è un litorale situato ad Unguja, nell’isola di Zanzibar. È situato sulla costa orientale dell’isola.
La sua spiaggia e’ bianchissima e infinita il fenomeno delle maree  le conferisce una particolarita’ tutta sua. creando nel pomeriggio una spiaggia lunghissima su cui fare passeggiate infinite
E’ anche il luogo dove ci sono alcuni insediamenti di locali  poiche’ dopo le attivita’ di alcuni pescatori e cercatori di alghe l’attivita’ principale e’ legata al turismo-
Uno dei locali piu’ interessanti e meglio organnizzati e’ sicuramente il Sipano Beach lodge Obama Beach  Bar
dove potrete addirittura mangiare dell’ottima pizza cotta nel forno a legna o sedervi a bere un ottimo drink nel Obama Beach Bar realizzato da Peter Sipano un Masai molto conosciuto sia a  Zanzibar ma anche da noi per aver partecipato ad un programma di Maurizio Costanzo il suo locale e’ diciamo una tappa base se venite nella sua bellissima isola
https://lh5.googleusercontent.com/-9pWbeX_3b20/W2uADxjlRiI/AAAAAAAApGA/yZvviF9GNq0NkmLdmmc-K73bU9TscW3rwCLIBGAYYCw/w480-h360-k-no/

Nakupenda          

Nakupenda e’ un arcipelago di isole che in Swaili significa amore la cui piu’ famosa e’ conosciuta come  l’inferno  dell’isola degli schavi Prison Island una stupenda isola con spiagge bianchissime

La nostra visita e’ iniziata a Prison Island

Attualmente questa isola e’ una testimonianza della barbarie dell’uomo, ci ricorda come  non molto tempo fa’ sia stato perpetuato da mercanti senza scrupoli , una tratta  di esseri umani inviati nel terzo modo da qui iniziavano il loro viaggio di schiavi .

Quando l’arcipelago divenne propieta’ britannica sull’isola fu costruita una prigione per gli schiavi da qui il nome  che poi pero’ venne utilizzata come punto di quarantena e ospedale per l’epidemia di febbre gialla che  la colpì

Dopo aver visitato Prison Island ci hanno accompagnato ad un isolotto di spiaggia bianchissima .

Uno dei paradisi di Zanzibar  che appare e scompare in base alle maree rivivendo ogni giorno un nuovo “inizio”.

Si trova poco meno di 6 km a nord ovest di Stone Town; misura circa 800 m di lunghezza e 230 m di larghezza.

Qui abbiamo fatto il bagno in acque incredibilmente limpide, abbiamo cercato le stelle marine fotografandole e rimettendole subito nel loro ambiente naturale importantissimo per non alterare l’ecosistema
una grigliata di pesce e aragoste direttamente in spiaggia .

Sicuramente da provare lo consiglio a tutti l’isola dell’ amore non deludera’ le vostre aspettative come non ha deluso me buon divertimento e….. Hakuna Matata come dicono spesso a Zanzibar !

travelgsite

Travel addicted & Writer, consulente di viaggio, appassionata di viaggi da sempre. Amo la cultura, e la bellezza in ogni luogo. Seguimi! Curiosa da sempre spero di condividere con te questa mia passione! Seguimi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *